Enter your keyword

Boys-plè contro Playboy la parola al pallone

Boys-plè contro Playboy la parola al pallone

Una sfida insolita per aiutare l’associazione patologie intestinali.

Il pelato tira in porta. Il playboy non becca una rete. Non ci credete? Allora non vi resta che assistere, questa sera alle 21 ai campi Stuard di San Pancrazio, alla sfida per beneficenza fra le squadre dell’Associazione Pelati Italiani e quella dei Playboy nostrani. Scopo dell’iniziativa: raccogliere fondi de destinare all’associazione Snupi-Sostegno nuove patologie intestinali.

Del resto l’idea di far sfidare la nazionale dei calvi contro quella dei playboy nostrani per beneficenza non poteva che venire in mente ad un uomo (calvo) che di pelati e solidarietà se ne intende parecchio: Giuliano Celi. Lui, proprietario della Casa del Rum in via Farini, e il fondatore dell’Associazione Pelati Italiani, nata nel 1996. “Un idea nata per gioco – racconta Celi – per ridere e vivere in maniera ironica la calvizia. Ai nostri soci, più di 200, viene consegnata una tessera a seconda della categoria di “pelata”: aspirante, medium o gran maestro”. Un’avventura goliardica, quella dell’A.p.i. ben presto diventata cosa seria. “Se possiamo, come abbiamo fatto in passato con Radio Deejay, disputiamo incontri di calcio per beneficenza”. Questa sera, avversaria dei senza capelli, sarà una squadra composta da playboy nostrani. Una sorta di confronto, per dirla in termini calcistici, “Pelè contro Figo”.

L’ingresso allo Stuard sarà a libera offerta, e il ricavato delle donazioni sarà destinato alla associazione Snupi (www.snupi.it). Giulio Orsini, responsabile del gruppo Snupi, spiega: “Speriamo di raccogliere una cifra che possa aiutare i bambini e in generale le persone con patologie intestinali. Di sicuro Playboy contro Pelati non è una partita che si vede tutti i giorni”.

Fonte: Gazzetta di Parma

Related Posts