Enter your keyword

Che settimana per Snupi!!

Che settimana per Snupi!!

Endoscopia digestiva: chiusa la Summer School.

Esperti da tutto il mondo a Parma

(fonte "Gazzetta di Parma", 12 Ottobre 2011)

Si è conclusa la Summer School di Endoscopia Digestiva pediatrica organizzata dall'Unità Operativa di Gastroenterologia diretta dal Professor Gian Luigi de'Angelis. 

La manifestazione, voluta dal Council della società europea di Gastroenterologia, Epatologia e Nutrizione Pediatriche (Espghan) ha visto la partecipazione di un nutrito gruppo di allievi provenienti non solo dall'Europa ma anche dal continente asiatico (India, Indonesia) ed Africano (Egitto).

I lavori, introdotti dal Preside della Facoltà di Medicina Loris Borghi, dal Direttore di Presidio Ospedaliero Antonio Balestrino e dal Vice Rettore Martelli, hanno visto un succedersi di lezioni magistrali tenute dai migliori endoscopisti europei quali i professori Cadranel di Bruxelles, Thomson e Torrente di Londra, Diaz di Oporto, Martin de Carpi di Barcellona, Koletzko di Monaco, Viala di Parigi, Cucchiara e Dall'Oglio di Roma, nonchè l'intera equipe di Parma.

Non sono mancate, grazie alla collaborazione della Azienda Ospedaliera-Universitaria di Parma, due sessioni svolte presso il nostro ospedale di endoscopia in diretta (live endoscopy) condotta personalmente da de'Angelis, e di esercitazioni sul modello animale.

L'apprezzato programma sociale ha visto il concerto del coro Renata Tebaldi la sera dell'apertura del congresso offerto a tutti i partecipanti dall'Associazione Snupi Onlus e una visita con apprezzatissima cena offerta dalla Barilla nella propria Accademia.

"Credo che il principale significato di questo evento -afferma de'Angelis- sia quello culturale. E'stato un grande onore e un importante riconoscimento per l'Università e per l'Ospedale di Parma essere stati scelti quale sede di una scuola Europea. Questo, se da una parte testimonia tutto l'impegno dell'Equipe di Parma, d'altra parte dimostra come la sanità italiana ha eccellenze che nulla hanno da invidiare alla sanità dei paesi stranieri sia sul piano della qualità assistenziale che organizzativa".

Un'ulteriore soddisfazione è stata data dagli interventi portati dai gastroenterologi parmigiani che hanno riguardato l'esperienza sulla colonscopia operativa e sulle poliposi familiari (Bizzarri, Vincenzi), sulle tecniche di esplorazione del piccolo intestino (Fornaroli, Liatopoulou), sulle vie biliari (Gnocchi), sulle malattie infiammatorie croniche (Nervi, Ghiselli). Non sono mancati gli apprezzamenti dei partecipanti alla "splendida ed accogliente città di Parma" sintetizzati nei ringraziamenti del professor Cadranel, coordinatore dell'ultima sessione scientifica. Si è trattato, conclude de'Angelis, "di un'importante assise scientifica che spero possa apportare miglioramenti nella qualità del lavoro di tutti i gastroenterologi che hanno frequentato questa summer school e che possa far nascere ulteriori collaborazioni scientifiche così importanti, nella moderna medicina, per una corretta attività di ricerca."

 

I sogni realizzati di Snupi protagonisti per una sera.

Al teatro al Parco musica e solidarietà a braccetto

(fonte "Gazzetta di Parma", 10 Ottobre 2011)

Ci sono parole che accarezzano come melodie, e ci sono note che da sole rivelano più di mille sermoni. Ecco perchè i suoi sogni, Snupi, li ha voluti portare su un palco con musiche e racconti: per informare, evocando.

E'andata in scena sabato 9 Ottobre, al Teatro al Parco, una serata nuova: un viaggio tra musica d'autore e riflessioni su chi decide di dedicare la propria vita agli altri con il volontariato. "I sogni di Snupi", iniziativa organizzata dall'associazione Sostegno nuove patologie intestinali, ha approfondito considerazioni, speranze e desideri di diversi soggetti, enti, associazioni e cittadini, che operano e interagiscono, fianco a fianco, con il mondo del volontariato, impreziosendo il già ricco patrimonio di esperienze, con la poesia in musica di Ivano Fossati, James Taylor, Francesco De Gregori e tanti altri.

Intervistati da Marco Caronna, si sono alternati al microfono soggetti diversamente coinvolti nell'esperienza di Snupi, realtà attiva da circa dieci anni. "Un grazie a tutte le associazioni di volontariato che operano a Parma, circa 800 di cui 450 a livello sanitario", ha precisato Leonida Grisendi, direttore generale dell'Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma, "la vostra presenza è fondamentale, perchè finchè ci saranno persone come voi che ci guardano, ci giudicano, ci apprezzano e pretendono, ci sarà sempre in noi la voglia di migliorarci".

Il concetto semplice, ma talvolta sfuggente, di generosità, l'ha poi interpretato come meglio non si poteva un emozionato Luca Barilla, che con la sua famiglia da anni sostiene Snupi: "Sono convinto che la vera felicità si raggiunga dall'interazione con gli altri, la bellezza delle cose si riflette quando c'è relazione tra le persone" ha dichiarato. "Ecco perchè siamo i primi beneficiari della nostra apertura verso il prossimo. A lavorare a fianco a fianco con i volontari, ogni giorno, i tanti professionisti in camice bianco. 

"Snupi ci sta vicino da anni in maniera affettiva, culturale, scientifica ed economica", ha spiegato Gian Luigi de'Angelis, direttore dell'Unità Operativa Complessa di Gastroenterologia dell'Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma e Direttore della Scuola di Specialità di Gastroenterologia. "La vicinanza del gruppo di volontari è stata preziosa nell'organizzazione del lavoro e ci ha permesso di formare i nostri giovani medici". 

"Snupi è una Associazione nata dalla volontà delle famiglie degli ammalati, che si basa sull'accoglienza e che negli anni sta crescendo", ha aggiunto il presidente di Snupi, Giulio Orsini. "Abbiamo però bisogno del sostegno di tutti, soprattutto di quello morale". Toccante la testimonianza affidata alle parole della scrittrice Isabelle Allende di Sara Infante, volontaria di Snupi e anche paziente. 

La serata, che è stata organizzata al termine della "Summer School of Pediatric Gastrointestinal Endoscopy", un importante evento a livello Europeo che si è svolto a Prama la scorsa settimana, ha riassunto i pensieri dei protagonisti con le musiche d'autore interpretate da Andrea Salvini, Mirko Reggiani, Daniele Salvini e Daniele Morelli.

Related Posts